6 utili accorgimenti per accogliere il mese di marzo

6 utili accorgimenti per favorire la ripresa del lavoro in sella, per controllare la salute del cavallo e per dare una sistemata alla scuderia.

Marzo è finalmente arrivato, il che significa che le giornate sono più lunghe e le temperature sono meno rigide. Aumentano anche le ore che possiamo dedicare al nostro “grande” amico cavallo. Attenzione, però, procediamo per gradi e ordine e seguiamo le dovute accortezze. Marzo è anche il mese per dedicare un po’ di tempo alla scuderia e fare le “pulizie di primavera”!

Marzo è il mese per:

Arieggiare la scuderia. Se le temperature sono meno rigide, nelle ore più calde, si può cominciare ad aprire le finestre della scuderia o del box.

Sistemare il fondo del paddock. Togliamo lo strato su­perficiale di sporcizia e livelliamo il terreno in questo modo evitiamo infestazioni di parassiti, come vermi, dannosi per la salute del cavallo, e tiene alla larga, per quanto possibile, insetti particolarmente fastidiosi per il nostro cavallo. É bene con­trollare tutta la recinzione e sostituire le parti danneggia­te e usurate.

Ricominciare il lavoro per gradi. Per non causare pro­blemi di salute, iniziamo con un lavoro leggero in sella o alla corda e man mano che il cavallo ritrova la forma aumentiamolo. Nel giro di un mese potremo tornare a montarlo normalmente.

Preparare un pastone rinfrescante. Con l’arrivo della pri­mavera, una volta alla settimana, possiamo preparar­lo a base di semi di lino e carrube. Oltre a essere molto gradito dai cavalli, ne beneficeranno l’aspetto e la for­ma fisica.

Eseguire gli esami di controllo. Prima di ricominciare la stagione di lavoro verifichiamo, con un esame del san­gue, che tutti i valori siano a posto. In generale è meglio sottoporre il proprio cavallo a dei controlli di primavera per verificare il suo stato di salute e per programmare le profilassi necessarie. Se abbiamo una fattrice gravida è opportuno sottoporla a un’ecografia.

Ripetere il vermifugo. Per consuetudine i vermifughi si danno al cambio di stagione. Se l’ultimo glielo abbiamo dato a dicembre, è ora di ripeterlo.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.