elettroliti

Gli elettroliti. Cosa sono e quando servono

Gli elettroliti sono minerali comuni che svolgono un compito importante: aiutano a mantenere l’equilibrio fisiologico in un cavallo sudato.

Gli elettroliti sono dei minerali che aiutano a mantenere l’equilibrio fisiologico in un cavallo sudato. Vengono quindi somministrati quando un cavallo suda copiosamente. Ma tutti possono beneficiare di integratori elettrolitici per reintegrare i sali persi. Infatti, a seconda dell’attività sportiva e dell’ambiente in cui viene praticata, potrebbe essere necessario integrare questi elementi attraverso specifici mangimi complementari (cioè integratori).

Si ritiene spesso che gli integratori siano necessari solo per i cavalli atleti di alto livello. In particolare per quelli che partecipano a gare di resistenza. In realtà, qualsiasi cavallo che suda per un periodo di tempo prolungato può esaurire questi minerali vitali a livelli critici. Con le alte temperatura e umidità, la sudorazione diventa molto abbondante anche quando non si svolgono attività particolarmente lunghe o intense. In tali condizioni, la priorità deve essere l’integrazione dei liquidi e degli elettroliti ed eventualmente anche di carboidrati.

Le conseguenze nei casi più gravi possono variare da affaticamento e tremori muscolari a stress da calore potenzialmente letali ed esaurimento fisiologico.

Per fortuna i foraggi e i mangimi in commercio sono ricchi di elettroliti. La maggior parte dei cavalli è in grado di reintegrare facilmente le perdite di routine con la dieta regolare e l’accesso a un blocco di sale mineralizzato. Ma in situazioni in cui un cavallo continua a sudare per diverse ore, potrebbe aver bisogno di una spinta aggiuntiva di elettroliti in polvere, paste o gel per accelerare il suo ritorno alla normalità.

Cosa sono gli elettroliti?

Gli elettroliti sono minerali comuni in forma solida che si legano facilmente ai sali, come il cloruro di sodio (meglio conosciuto come il comune sale da cucina). Quando sono disciolti in acqua, si scompongono facilmente nei loro elementi componenti, chiamati ioni. Gli ioni portano una carica positiva o negativa. Quelli positivi sono calcio, potassio, sodio e magnesio. Gli ioni negativi sono cloruro, bicarbonato e fosfato.

La carica elettrica trasportata da questi minerali consente loro di svolgere un ruolo nella maggior parte dei processi elettrochimici che sostengono la vita. Le loro cariche elettriche contribuiscono alla trasmissione dei segnali elettrici da e verso i muscoli (Na e K) e alla contrazione e al rilassamento delle fibre muscolari (Ca e Mg).

Gli elettroliti svolgono anche un ruolo importante nel movimento dei fluidi dentro e fuori le cellule. Permettono l’assorbimento dei nutrienti e la regolazione dell’equilibrio idrico generale del corpo. In altre parole, gli elettroliti assicurano che l’acqua bevuta dal cavallo venga consegnata alle cellule che ne hanno bisogno.

Quando i livelli di elettroliti di un cavallo sono sbilanciati o impoveriti, uno o tutti questi processi fisiologici possono essere interrotti. Importanti funzioni cellulari nei muscoli, nell’intestino e nel cuore iniziano a rallentare o a smettere di funzionare. Questo, combinato con il conseguente calo del volume e della pressione sanguigna, può portare a una crisi metabolica potenzialmente mortale.

E non è solo la quantità di elettroliti nel corpo che conta. È importante anche l’equilibrio. Troppo di un minerale o non abbastanza di un altro può causare o contribuire a una serie di problemi, inclusi i movimenti sincroni del diaframma e delle articolazioni. Fortunatamente, la maggior parte degli alimenti che un cavallo mangia, inclusi erba e fieno, contengono i minerali giusti nelle giuste proporzioni. Le uniche eccezioni sono il sodio e il cloruro. I due componenti principali del blocco di sale.

I blocchi di sale sono solitamente appesi in un contenitore specifico su una parete del box. Tuttavia, Anthony Paalman avverte i proprietari di non lamentarsi se i loro cavalli non vi prestano attenzione. Infatti, ricorda loro che la precauzione in sé non ha nessun valore se lasciano che il sale si ricopra di polvere. Pertanto consiglia di mettere il blocco nella man­giatoia in modo che il cavallo, mentre mangia, assapori il sale e inizi a leccarlo.

Non c’è da preoccuparsi se un giorno un cavallo assume troppi elettroliti. I reni sono molto efficienti nel filtrare gli elettroliti in eccesso e inviarli alla vescica per l’eliminazione. Il peggio che può accadere è una macchia umida leggermente più profonda nel box. In effetti, l’unico momento in cui devi veramente preoccuparti dei livelli di elettroliti del tuo cavallo è quando è impegnato in un processo fisiologico che ha maggiori probabilità di sconvolgere il suo equilibrio. Sudare molto, e per molto tempo.

Sapendo cosa sono gli elettroliti e le condizioni che possono esaurirli, sarai in grado di identificare meglio le situazioni in cui il tuo cavallo potrebbeaver bisogno di un integratore. Quindi, sarai in grado di selezionare le opzioni e fornire elettroliti aggiuntivi in modo sicuro ed efficiente.

Tutto sulla gestione del cavallo. Dalla scuderia all’alimentazione. Dalla tecnica per il cavaliere all’allenamento del cavallo.

Il nuovo libro dell’Equitazione
Anthony Paalman

“Il nuovo libro dell’Equitazione” di ANTHONY PAALMAN. Il manuale che è da tutti conosciuto come la “bibbia dell’equitazione” per il modo preciso e dettagliato con cui affronta ogni singolo aspetto della preparazione del cavallo da salto.

Disponibile su:

imisteridelcavalloStore >>> ACQUISTA ON LINE >>> Clicca qui

Elephantsbooks  in libreria oppure ACQUISTA ON LINE >>> Clicca qui

More Than a Horse >>> ACQUISTA ON LINE >>> Clicca qui

Ibs.it >>> ACQUISTA ON LINE >>> Clicca qui

laFeltrinelli >>> ACQUISTA ON LINE >>>  Clicca qui

Il testo è ordinabile (fornendo il codice ISBN: 9788890950438) presso tutte le librerie in territorio nazionale.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: