Piccole accortezze per accogliere la primavera

Piccole accortezze riguardo l’alimentazione invernale aiuteranno il vostro cavallo ad accogliere la primavera in buone condizione fisiche.

In inverno, soprattutto in luoghi in cui la temperatura scende sotto i zero gradi, i proprietari devono prestare una maggiore attenzione alla salute dei loro cavalli. Un cavallo gestito in modo adeguato durante il freddo invernale sarà più preparato ad affrontare i cambiamenti primaverili. Ecco tre rapidi suggerimenti per aiutare il tuo cavallo a prepararsi per la bella stagione.
Per prima cosa assicurati che il cavallo sia in una buona condizione fisica e non abbia perso peso. Attenzione a non farsi ingannare da un folto pelo! I mantelli invernali possono creare l’illusione che il cavallo stia mantenendo una condizione corporea adeguata. Ciò vale soprattutto per i cavalli più anziani e le fattrici. Se la fattrice dimagrisce troppo, può essere difficile farle recuperare il peso perso dopo la nascita del puledro.
Secondo, i cavalli dovrebbero avere a disposizione una quantità di acqua adeguata preferibilmente tra i 7 e i 18 gradi Celsius. Un cavallo di 600 kg consuma dai 15 ai 25 litri di acqua al giorno durante i periodi più freddi. Una disponibilità inferiore di acqua o acqua troppo fredda possono contribuire al rischio di coliche. Un cavallo che non dispone di acqua sufficiente può anche ridurre l’assunzione di cibo, e ciò può portare alla perdita della sua condizione corporea. Inoltre, il cavallo dovrebbe sempre avere a disposizione un blocco di sale.
Infine, occorre regolare l’alimentazione in base alla temperatura e alla condizione corporea. Il fabbisogno energetico di un cavallo aumenta, a seconda del suo pelo e delle condizioni del corpo, con le basse temperature. Il freddo gelido aumenta anche il fabbisogno energetico. I prodotti a base di fieno o con molte fibre producono una maggiore quantità di calore durante la digestione rispetto ai cereali, quindi come alternativa si potrebbe aggiungere una maggiore quantità di foraggio grezzo alla dieta. Attenzione però a somministrare con gradualità l’assunzione di cereali. Si dovrebbero evitare improvvisi aumenti dell’apporto di cereali dovuti a cambiamenti di temperatura.

Un’adeguata cura e alimentazione invernale faranno sì che il vostro cavallo sia pronto a godersi la primavera… quando finalmente arriverà!

Per ulteriori linee guida sull’alimentazione, si rimanda al proprio veterinario o nutrizionista di fiducia

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.