USA, No ai cavalli tuffatori: nessuno show è solo crudeltà

 

 

 

 

(7febbraio2012) Atlantic City – Tornano i famosi “cavalli tuffatori” (horse diving) al parco divertimento Steel Pier di Altantic City. Il recente annuncio del ritorno dello show che prevede il tuffo di un cavallo, in programma per l’estate del 2012, ha creato un putiferio tra gli attivisti dei diritti degli animali. Il gruppo di animalisti chiede ai proprietari del parco di riconsiderare la decisione di far rivivere quella che, sostengono, sia una pratica crudele.
Il numero del cavallo tuffatore è un’attrazione che era popolare nell’ultimo ventennio dell’800. Lo spettacolo prevede l’esecuzione di un tuffo, ovviamente in una piscina piena d’acqua, da parte di un cavallo, a volte da più di 10 m d’altezza.
Il numero fu inventato da  William Carver. Si narra che, nel 1881, Carver stava attraversando un ponte, parzialmente crollato, sul fiume Platte nello Stato del Nebraska. Forse il suo cavallo cadde nelle acque sottostanti, ispirando Carver a creare uno spettacolo che prevedesse tuffi eseguiti da cavalli. Carver addestrò diversi animali e partì per un tour. Il suo partner, Al Floyd Carver costruì una rampa che permetteva al cavallo e al suo cavaliere di salire su una torre che fungeva da rampa. Lorena Carver fu la prima ad eseguire il numero. Nel 1924 Sonora Webster si unì allo spettacolo, in seguito sposò Al Floyd Carver. Lo spettacolo divenne un appuntamento fisso molto popolare presso il parco divertimenti Steel Pier. Sonora Webster, divenne una  famosa acrobata e  il numero che la rese celebre fu il salto da 12 metri, a cavallo, in una vasca piena d’acqua. Ma nel 1931, Sonora e il suo cavallo “Red Lips”  persero l’equilibrio sulla piattaforma. Sonora sopravvisse alla caduta, ma divenne cieca  a causa del distacco della retina di entrambi gli occhi, tuttavia la donna non si arrese alla sventura; riuscì, contro ogni previsione, a rimettere in piedi la sua esibizione. Nel 1991, la Disney lanciò un film intitolato “Un Tuffo nel Buio”, una storia che ricostruisce le vicende di Sonora Webster.
Questi tipi di spettacoli furono molto criticati per gli abusi sugli animali che con molta probabilità prevedevano l’utilizzo di pungoli, di scosse elettriche e di porte intrappolanti che obbligavano i cavalli a saltare dalla piattaforma. Inoltre, i cavalli erano costretti ad eseguire i tuffi per più di quattro volte al giorno, per sette giorni la settimana. L’intervento di gruppi che sostenevano i diritti degli animali riuscirono a far sospendere i tuffi eseguiti allo Steel Pier nel 1970, ma, oggi, lo show sta per tornare. È un atto pericoloso e crudele oltre che terrificante per i cavalli – sostengono coloro che sono contrari a questa pratica – e  causa danni sia agli animali che ai loro cavalieri. Gli attivisti hanno pregato Anthony Catanoso, presidente della “Associates of Steel Pier”, di cancellare i piani che prevedono di riproporre questo evento dopo tanti anni.
Pagine e gruppi sono nati su facebook per promuovere una petizione che chiede a Catanoso e a gli altri membri influenti di cancellare il ritorno dei “cavalli tuffatori”. L’iniziativa ha quasi raggiunto 10.000 firme in meno di un giorno.
Nella petizione lo show è stato definito barbaro, disumano, crudele e scandaloso.
I sostenitori della petizione affermano che c’è stata una buona ragione se lo spettacolo è stato interrotto più di quaranta anni fa e per questo motivo non dovrebbe mai più ritornare.
Il 5 febbraio, la Steel Pier ha risposto alla protesta dei  tanti attivisti animalisti che esprimono le loro preoccupazioni con un commento pubblico sulla sua bacheca di Facebook:

comprendiamo e condividiamo la preoccupazione della comunità per quanto riguarda il trattamento disumano degli animali. Negli ultimi 20 anni – si legge nel comunicato – ci siamo dedicati nell’offrire un sano divertimento per le famiglie. Siamo impegnati in questo scopo e non prevede assolutamente atti di maltrattamento sugli animali… Anche se siamo sensibili alle preoccupazioni dei cittadini, chiediamo alle persone di aspettare per vedere programma per intero prima di fare qualsiasi commento. Accogliamo con favore qualsiasi parere, pro o contro, e prenderemo in esame qualsiasi feedback o suggerimento costruttivo per aiutarci a rendere nuova ogni componente dello Steel Pier, e a rendere lo spettacolo “Horse Diving”, una parte orgogliosa che rivitalizza Atlantic City . Tuttavia, i commenti o messaggi di natura offensiva o non-costruttiva saranno rimossi.

Admin

Immagine tratta da “Il cavallo: Fatti e curiosità” di Gary Mullen

video:

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.