Montare a cavallo, con o senza contatto

Montare a cavallo, con o senza contatto

Mi rammarico profondamente del fatto che molti cavalieri non abbiano il libro “Esterno e alta scuola” scritto dal capitano Beudant.

Vale davvero la pena tenerlo solo per leggere che “si deve consentire ai cavalli di muoversi liberamente con le redini libere e non tenute con fermezza, solo in questo modo si possono raggiungere ottimi risultati”.

I cavalieri che sottomettono i loro cavalli, sono cavalieri insignificanti e non progrediranno mai.

I cavalieri che rendono liberi i loro cavalli assaporano la dolcezza dell’Arte Equestre.

NUNO OLIVEIRA (Riflessioni sullarte equestre).

 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.